Il Consiglio Parrocchiale per gli affari economici della Parrocchia, costituito dal Parroco in attuazione del can. 537 del Codice di Diritto Canonico, è l’organo di partecipazione dei fedeli nella gestione economica della parrocchia. Ha i seguenti scopi:
a) coadiuvare il Parroco nel predisporre il bilancio preventivo della Parrocchia, elencando le voci di spesa prevedibili per i vari settori di attività e individuando i relativi mezzi di copertura;
b) approvare alla fine di ciascun esercizio, previo esame dei libri contabili e della relativa documentazione, il rendiconto consuntivo;
c) esprimere il parere sugli atti di straordinaria amministrazione;
d) curare l’aggiornamento annuale dello stato patrimoniale della parrocchia, il deposito dei relativi atti e documenti e la ordinata archiviazione delle copie negli uffici parrocchiali.

Composizione del Consiglio per gli affari economici

I Presbiteri, Armando Chiriaco (segretario), Aldo Sibilla (cassiere), Nazzareno Minniti (revisore dei conti), Alberto Schipani, Michele Proietto, Tanino Stabile.